jump to navigation

le ore 2 maggio 2007, 4:52 AM'

Posted by jiwaki in notturno.
trackback

assaggi tutte le diverse temperature che può avere un tè. lungo i fianchi della tazza il deposito come sedimento geologico segna l’ora di ogni sorso. per una volta le ore che ti attraversano non sono solo le ultime briciole di tempo per finire un lavoro o l’ultimo macigno da sopportare prima di finire di lavorare. telepatie. ti giri verso la tapparella che bussa e adesso, quando viene voglia di aprire di più le finestre e far entrare i mormorii lontani delle strade, il corpo è stanco ma ti compiaci del silenzio raggiunto. l’ora è ormai fatta. è da gustare. la mente abbassa il ritmo e va in cerca di odori, e di piccole invisibili mani dell’aria. rubo un’immagine, apro la porta al sogno.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: