jump to navigation

this is a low 24 settembre 2007, 6:15 PM'

Posted by jiwaki in acqua di sentina, ma il rock'n'roll....
1 comment so far

up the thames to find a taxi rank
sail on by with the tide and go asleep
and the radio says…

risalire l’estuario 20 settembre 2007, 8:46 PM'

Posted by jiwaki in acqua di sentina.
1 comment so far

non deve espugnare la città, il suo scopo è solo superare il porto e mettere piede a terra. vivo.
è il momento, prima della battaglia, in cui rivisita la flotta e dà le ultime disposizioni. solo, sa bene che la flotta è ormai un’unica nave e le possibilità di risalire l’estuario, passare i cannoni e sbarcare vivo sono minime. non nulle, ma minime. ciò che non permette di rassegnarsi e nemmeno di farsi coraggio. più veloci che mai si va a sfilare sotto i cannoni. mettere piede a terra. vivo.

chris martin 1 settembre 2007, 8:13 PM'

Posted by jiwaki in ma il rock'n'roll..., notturno.
2 comments

la piena soddisfazione -ancora dopo due giorni- per aver rivisto uno dei miei film preferiti mi spinge a riprendere un mucchietto di parole scritte molto tempo fa. aspettavano solo il momento:

non che lo disprezzassi come posso disprezzare e provare estrema disistima per… tiziano ferro o gigi d’alessio. ma allora i coldplay non mi stavano simpatici e trovavo il ragazzo piuttosto bruttino e forzato nel cantare yellow camminando su una spiaggia con un viso da naufrago.

mi sono ricreduto. il ragazzo è diventato un bell’uomo e ha ora mia grande e profonda ammirazione per due motivi:

1. un disco di musica coi controcatsi, a rush of blood to the head, seguito da un disco che si mantiene alla stessa altezza se non oltre, x&y. dischi senza canzoni riempitive. ascoltateli, non fermatevi ai singoli che passano 800 volte al giorno in tv e alla radio.

2. ha sposato, sposato, sposato… gwineth paltrow. e ci ha messo sopra due pietre miliari.

solo per questo meriterebbe immensa stima. ora, gwineth paltrow per me non è shakespeare in love, l’attrice famosa o altro. gwineth paltrow per me è margot tenenbaum, con il dito mozzato. parlavo un po’ di tempo fa dell’idea di donna ideale. ecco quando volete domandarmi chi è la mia donna ideale… è margot tenenbaum.

per questo motivo e con un po’ di passaggi: per me chris martin è un figo.

continua così chris, ascolta la tua musa. a noi aghi nel pagliaio, piccoli baumer, lascia il sogno di margot.