jump to navigation

rock and roll yeah!

una lista di concerti visti (e di chi era con me), a partire da questo settembre:

6-IX-6 afterhours (idroscalo, milano): beh, alla fine del concerto ho conosciuto Il Maestro (massimiliano, erica, nicola e il quadrupede)

17-IX-6 pearl jam (forum, milano): stupendo. e quella voce… aprivano il concerto i my morning jacket. (monica, miky, carmeliñus, manuela)

22-IX-6 yuppie flu (transilvania live, milano; gruppo spalla: io?drama): atmosfera! ho bisogno di più concerti così. dopo suonavano i baustelle ma siamo usciti (carmeliñus)

13-XI-6 tool (mandela forum, firenze): indescrivibile. metterò qualche foto. (valentina&luca)

4-XII-6 muse (forum, milano): il momento più divertente? il delirio collettivo di 13000 persone quando è esplosa l’ultima bolla! :D (da solo, che tristezza)

11-I-7 grenouille & doubleganger (moonshine, milano): mi hanno preso per la gola… seduti più vicini di così, si suona (cla)

14-III-7 yann tiersen (alcatraz, milano): non ho capito il quarto pezzo, ma conosco a memoria i passi per salire una scala danzando bendato. lui è senza età, un folletto della musica, e il concerto è in un altro tempo (cla)

17-III-7 marta sui tubi (circolone, legnano): si DEVONO sentire dal vivo. bravissimi, voce incredibile, dominio del palco. l’unica cover che hanno suonato: la mia canzone preferita dei mad season. un concerto fantastico. e come dice luca, davvero ci mettono il cuore. (cla, marco, federica)

24-IV-7 from the north + pearl jam tribute (rainbow club, milano): da quanti anni non andavo al rainbow? un po’ carente l’atmosfera. marco cocci l’avevo già sentito suonare una cover coi malfunk anni fa, sempre bravo bravo. ma il re della serata è shawn smith coi suoi from the north. commenti: shawn smith è jack black solo che coi capelli lunghi, kevin wood è un pazzo, il figlio di regan hagar diventerà un grande batterista del futuro. bravi e divertenti, la migliore atmosfera della serata è loro. (miky)

6-V-7 cat power (rolling stone, milano): una cantante. quale aggettivo, quale? una ballerina che prova le scarpe nuove per la prima volta. mani, gambe, piedi, corpo e voce. rapita, il palco è un altro posto per lei. peccato per le mancanze al mixer (due parole: rolling stone). pure con questo problema, ha fatto un concerto bellissimo. regina del palco. (cla)

24-V-7 chris cornell (alcatraz, milano): ma che concerto! grandissimo lui e grande anche il pubblico! canzoni di audioslave, temple of the dog, soundgarden, sue canzoni da solista (seasons!)… due ore e mezza di una voce ancora catsuta come poche. (cla)

8/9-VI-7 mi ami 2007 (idroscalo, milano): festival della musica importante. a parte la prima sera con i marta sui tubi -sempre bravissimi- il resto della musica sentita è stato sotto le aspettative, la compagnia invece era buona e le serate sono state divertenti. giusto per adulare ancora i marta sui tubi… bella la loro cover di where is my mind. notevole il personaggio che, rivolto all’ultimo gruppo sul palco piccolo, urlava: “lasciami leccare l’adrenalina” e “aristocratico del cazzo”. (cla, carmeliñus, federica, marco, antonella)

23-VI-7 clivius (le scimmie, milano): perché un matrimonio non è abbastanza in un giorno. non è il mio genere ma sono bravi bravi, si sente che suonano insieme da molto. (cla, ophy, sichen, ish, claudio, lapo, marta)

7/8-VIII-7 the stompin’ whities (le péristyle, lyon): gli organizzo le date in italia prima o poi. una loro foto la trovate qui, sotto “agosto 2007” (cla)

14/15-VIII-7 matthieu bore quartet (le péristyle, lyon): concerto ventoso, ma bravi a scaldare e a scaldarsi. (cla)

22-IX-7 vinicio capossela (teatro degli arcimboldi, milano): minchia. viva vinicio. (cla)

11-XI-7 la tresca (palazzo doria pamphilj, san martino al cimino): folkeggianti. probabilmente non andrei a vedere loro da soli. quando li ho sentiti non li conoscevo, ma hanno fatto un bel concertino. all’ultimo piano. e lo dico perché mi ricordo “caravanserraglio”. in realtà non se sia successo veramente, il giorno, il paese, il palazzo, il concerto, il resto, ma foto di formiche radioattive scattate poco prima mi fanno pensare che sia tutto vero. (mastro raffo)

14-IV-8 elio e le storie tese (rolling stone, milano): bonifacio bonifacio. a memoria in ogni concerto al rolling stone non si è mai sentita bene la voce. tecnici del suono o acustica pessima? non lo so, ma il rolling stone rimane ‘o cess. elio&co tipicamente impeccabili. (uits)

13-V-8 marta sui tubi (fnac, milano): non li vedevo da un anno. oggi la presentazione di un dvd che si trasforma in concerto. era uno showcase ma ha avuto momenti di musica più emozionanti di molti concerti riportati in questa pagina. (cla)

le cose che non ho portato via
erano quelle che non hai voluto
quelle che ho scartato prima di andar via

27-V-8 feist (magazzini generali, milano): dopo essermi perso la visita del 2005 finalmente sono riuscito a sentirla dal vivo! bellissimo concerto. che voce… oltre a quella lei ha un istinto pazzo nel cantare che è meraviglioso. (cla + maja trovata all’uscita)

2-VII-8 cat power + camille (villa arconati, bollate): apre camille. e spacca. ipnotizza e chiude chan, con grazia. quasi solo canzoni nuove. alcune bellissime. (cla)

con gli ultimi due concerti mi sono tolto un desiderio di anni fa: feist e cat power.
(lo so, cat power l’avevo già vista, ma il rolling stone è una merda per sentire un concerto. va bene per farci il mercato, finché non muoiono i tecnici del suono che ci sono ora. mi accanisco contro il rolling stone? più gente dovrebbe farlo)

17-XII-2008 marta sui tubi (circolo magnolia, segrate): godo.
devo aggiungere che ad aprire il concerto mi sono piaciuti molto i dedalo e alessandro grazian. (cla)

16-I-2009 marta sui tubi (un posto a milano): un concerto senza locali, senza biglietti, senza scaletta, con qualche decina di bottiglie di vino da tutt’italia, canzoni su proposta (quante volte è partito un “dimmi dimmi dimmi”?), una cinquantina di persone, cibo, il salame. parliamo del salame. no, parliamo della musica. la musica? non ho bisogno di essere imparziale. mi fa godere. non parliamo della musica, parliamo dell’atmosfera. immaginate il vostro complessino musicale prediletto che si presenta a suonare in casa vostra con amici, vino e salame. ecco. siete molto vicini.
nonostante le bottiglie ricordo benissimo la serata. iniziata con un ambulanza che accosta, fa uscire dagli altoparlanti “vaffanculo, fermati, guarda che chiamo i carabinieri!” e dal portellone uno starsky senza chioma che si lancia a perdita d’occhio nella via.

17-II-9 quintorigo (blue note, milano): gran finale di uits: “mezze segheee”. al pubblico. (cla, uits)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: